Nella Sala Conferenze del Castello Caetani di Fondi, gremita di artisti, visitatori e rappresentanze, ha avuto luogo l’inaugurazione della prima Biennale Internazionale d’Arte di Fondi. Con entusiasmo e professionalità, questo evento, rappresenta per la città un grande traguardo e riapre le porte a esposizioni artistiche, convegni, laboratori ed eventi correlati, riscoprendosi in una veste umana e artistica di grande rilievo.


I relatori che hanno presenziato all’inaugurazione, nella giornata di sabato 17 luglio, sono stati: il Presidente della Biennale, Maestro e Critico Internazionale d’Arte Mario Salvo, il Sindaco del Comune di Fondi, dott. Beniamino Maschietto, il Vicesindaco Vincenzo Carnevale, il Direttore dell’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, dott. Lucio De Filippis, il Rappresentante del Comitato della Casa della Cultura di Fondi e Presidente delle Ass.ni Minerva e Italia Nostra Onlus – Sezione di Fondi e dei Monti Ausoni, dott.ssa Marialuisa Fiore, il Presidente della ProLoco Fondi Gaetano Orticelli, il Direttore Artistico della Biennale e Presidente dell’Associazione culturale Euterpe, dott.ssa Ivonne Maria Teresa Gandini, il Coordinatore della Biennale e Presidente dell’Associazione culturale Musicinecultura, dott.ssa Fabiola Lauretti, il Manager delle Pubbliche Relazioni della Biennale, dott.ssa Rita di Fazio, la Madrina d’eccezione, il Maestro d’Arte Debora Di Lucca, la Special Promoter Elede Rodrigues, l’ex Direttore del Museo Civico, Storico e Archeologico di Fondi, dott. Alessandro De Bonis e infine il Giornalista e Esperto d’Arte, dott. Roberto Castellucci.


L’iter, di sei settimane, prevede eventi dislocati in diversi siti storici della città (Castello Caetani, Palazzo Caetani e Chiostro di San Domenico), nella quale si possono ammirare le opere dei 56 artisti in gara, provenienti da Italia, Francia, Germania, Venezuela e Brasile, fino a domenica 29 agosto, giornata dedicata alla premiazione dei vincitori delle tre sezioni artistiche in concorso.


Partecipano attivamente alla mostra espositiva anche alcuni Istituti Scolastici quali l’Istituto Comprensivo “Garibaldi” di Fondi, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Gobetti – de Libero” di Fondi e il Liceo Artistico IIS “G. Carducci” di Cassino. Sono presenti inoltre i lavori dei ragazzi della scuola di disegno, pittura e creatività di Ivonne Maria Teresa Gandini e le esercitazioni artistiche dell’Ass.ne culturale Onlus Atles eseguite da persone con disabilità.


Attenzione al valore simbolico e alle forme, differenti materiali utilizzati, arte astratta, informale e figurativa, scultura, installazioni e fotografia si ritrovano nella diversità delle tracce artistiche con un filo conduttore che resta sicuramente quello della dimensione umana, comunicativa ed espressiva del proprio sentire, nel farsi portavoce di introspezione e autenticità.


Continueranno gli appuntamenti inseriti nel fitto programma dell’evento. Interverranno numerosi ospiti per affrontare tematiche di grande interesse sociale e artistico.


In particolare, nella giornata del 25 luglio, ci sarà il convegno “Stasi dell’Arte Contemporanea” con il Giornalista e Esperto d’Arte Roberto Castellucci, lo Storico dell’Arte Merisabel Calitri. Moderatore il Maestro e Critico Internazionale d’Arte Mario Salvo.


Il 10 agosto si proseguirà con il convegno “I colori della pelle”. Interverranno Massimo Papi, Dermatologo e Ideatore di DermArt e Roberta Recchia, Autrice, Docente e MusicArTerapeuta nella Globalità dei Linguaggi. Moderatore Ivonne Maria Teresa Gandini, dott.ssa in Scienze Riabilitative e Direttore Artistico della Biennale.
Aperti alla cittadinanza anche i laboratori artistici delle giornate del 21 luglio e del 20 agosto presso La Giudea, tenuti dai Maestri d’Arte Mario Salvo, Ivonne Maria Teresa Gandini e Franco Piratoni. Orari: 10:30-12:30 / 17:30-19:30.


La presentazione del libro di Anna Maria Zoppi “Non ne sapevo niente”, a cura di Roberta Recchia, con intervento di Pino Pecchia, è previsto invece per la giornata del 27 luglio, dalle ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Castello Caetani.


Il libro di Massimo Papi “I colori della pelle”, presentato sempre dalla dott.ssa Roberta Recchia, si terrà nella giornata del 10 agosto nel medesimo luogo e allo stesso orario.


Infine, giovedì 5 agosto, dalle ore 18:00, ci sarà la cerimonia di donazione all’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, della scultura ‘Busto di Giulia Gonzaga’, dello scultore Egidio Morelli, presso il Palazzo Caetani.

Oltre 60 artisti partecipanti da tutto il mondo, quattro punti espositivi, seminari e installazioni che non mancheranno di stupire per impatto visivo e significato: mancano soltanto dieci giorni alla 1^ edizione della “Biennale Internazionale d’Arte di Fondi” ma c’è già gran fermento in città. L’evento, che si terrà dal 17 luglio al 29 agosto, richiamerà nel centro storico appassionati d’arte e critici ma anche turisti e cittadini desiderosi di respirare un’atmosfera culturale di rara intensità. 

Alla giornata inaugurativa, in programma sabato 17 luglio, sarà presente in qualità di ospite d’onore il Maestro d’Arte Debora Di Lucca. Le sue creazioni d’alta moda, in particolare accessori e arredo, dopo aver travalicato i confini di Milano ed essere divenute famose al livello internazionale, saranno esposte a Fondi. 

Quattro i poli espositivi: il Castello e il Palazzo Caetani saranno dedicati alla pittura, alla fotografia e alle arti visive e digitali, il Chiostro di San Domenico ospiterà sculture e installazioni mentre il quartiere della Giudea sarà la location ideale per seminari e laboratori artistici. 

Francia, Germania, Venezuela, Brasile, ma anche Campania, Puglia, Basilicata, Lombardia, Veneto e naturalmente Lazio: gli artisti partecipanti arrivano da tutto il mondo e dall’intero Stivale. Tra le opere in esposizione non mancheranno, naturalmente, quadri e installazioni di autori locali. 

Fulcro della manifestazione saranno il Castello e il Palazzo Caetani che ospiteranno anche le esposizioni personali dei maestri a spatola Ivonne Maria Teresa Gandini e Mario Salvo, rispettivamente direttore artistico e presidente della Biennale.

«Il fermento culturale che sta vivendo la nostra città in questi ultimi giorni – commentano il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore alla Cultura Vincenzo Carnevale – è motivo di orgoglio per la nostra amministrazione ma, più in generale, per l’intera città. Dopo la restituzione delle due teste romane e la 4^ Mostra d’Arte e Pittura Estemporanea, Fondi si prepara a vivere altri 40 intensissimi giorni di arte, storia e cultura con la prima Biennale Internazionale. Il nostro ringraziamento va a tutte le associazioni organizzatrici che con passione e dedizione stanno contribuendo a far crescere la nostra città sotto il profilo culturale ma anche artistico e, di conseguenza, turistico». 

L’evento, che gode del patrocinio del Comune di Fondi, del Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi e della Casa della Cultura, è organizzato da tre realtà particolarmente attive sul territorio che hanno fuso le energie per la promozione di un appuntamento artistico unico nel suo genere e di grande spessore: l’Associazione culturale Musicinecultura, l’Associazione culturale Euterpe e l’Associazione culturale Onlus Aletes.

Prezioso, inoltre, il supporto logistico della Casa della Cultura che sta fattivamente collaborando all’organizzazione del complesso evento.   

Oltre alla serata inaugurativa dedicata alla madrina dell’evento, il Maestro d’Arte Debora Di Lucca, la lunga esposizione sarà impreziosita da eventi artistici, laboratori e seminari. Il programma completo sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito ufficiale della Biennale e sul sito del Comune di Fondi.

Arti figurative, scultura, ceramiche, installazioni, fotografia: sarà un omaggio alla creatività, all’espressività e all’arte in tutte le sue possibili forme la 1^ edizione della “Biennale Internazionale d’Arte di Fondi” che si terrà dal 17 luglio al 29 agosto nel centro storico della città. Il Castello Caetani, le principali sale di Palazzo Caetani, il complesso di San Domenico e il quartiere della Giudea: quattro i principali punti dell’esposizione che, per essere vissuta appieno, richiederà al visitatore di percorrere l’intero cuore storico di Fondi, alla scoperta di vicoli, monumenti, suggestivi scorci, incantevoli cortili e chiostri dal fascino senza tempo. 

L’evento, che gode del patrocinio del Comune di Fondi, della Casa della Cultura e del Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, è organizzato da tre realtà particolarmente attive sul territorio che hanno fuso le energie per la promozione di un appuntamento artistico unico nel suo genere e di grande spessore: l’Associazione culturale Musicinecultura, l’Associazione culturale Euterpe e l’Associazione culturale Onlus Aletes. 

Per partecipare c’è tempo fino al 30 giugno 2021 (maggiori informazioni nel paragrafo dedicato).

«L’evento – spiegano gli organizzatori – in un’ottica inclusiva e di valorizzazione delle avanguardie e dei talenti emergenti, è stato aperto a chiunque si consideri un “Artista” nell’accezione più ampia del termine». 

Se il punto focale dell’evento saranno le esposizioni, non mancheranno dibattiti, conferenze, laboratori d’arte, seminari ed eventi organizzati in collaborazione con le associazioni locali e le Accademie d’Arte del territorio. 

Presidente della biennale è il Maestro e critico internazionale d’arte Mario Salvo, la direzione artistica dell’evento è stata invece affidata alla dottoressa Ivonne Maria Teresa Gandini. Fondamentali, ai fini organizzativi, la collaborazione di Rita Di Fazio e Fabiola Lauretti, rispettivamente coordinatrice e manager delle pubbliche relazioni e membri dell’ufficio di presidenza.

«Un evento completo e di grande spessore – commentano il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore alla Cultura Vincenzo Carnevale – che celebra l’arte in tutte le sue espressioni e che porterà movimento e vivacità intellettuale nel nostro antico e ricchissimo centro storico. Il tutto valorizzando i monumenti, i palazzi della città. La Biennale rappresenta infine una prestigiosa vetrina per gli artisti dopo il lungo periodo di chiusura dei musei nonché una proposta culturale di qualità per residenti e turisti». 

A fare da cornice alle esposizioni che arricchiranno di arte i principali siti di interesse storico e culturale della città, un ricco programma di dibattiti, conferenze, laboratori, manifestazioni e spettacoli. L’evento si propone infine di trasmettere passione e valori dell’arte agi giovani. A tale scopo è stata ideata una sezione artistica dedicata alle scuole denominata “Le Bellezze del Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi”. Che vedrà la partecipazione degli studenti del Liceo Artistico di Cassino, dell’I.I.S. Gobetti-De Libero e della scuola media “Garibaldi” di Fondi. 

In foto il chiostro di San Domenico in uno scatto di Angelo Macaro. Il Castello, Palazzo Caetani e la Giudea in due scatti di Vincenzo Bucci. 

Per info:

  • D.ssa Ivonne Maria Teresa Gandini, Direttore Artistico: binternartefondi@gmail.com – rec.cell. 338/2107007;
  • D.ssa Fabiola Lauretti, Coordinatore: binternartefondi@gmail.com – rec cell. 333/4711361;

Modalità e termini di adesione (estratto dell’articoli 5 del Bando ufficiale)

Art. 5 – Termini e modalità1) Gli artisti interessati possono inviare la volontà di aderire alla Biennale trasmettendo, entro il30 Giugno 2021, alla mail binternartefondi@gmail.com:- il modulo di partecipazione, di seguito allegato, debitamente compilato e firmato;- un breve curriculum vitae (di un min di 10 righe e un max di 15 righe) in formato pdf;- una foto dell’artista (formato jpeg o png o tif e risoluzione 300/600 dpi);- un’immagine per ogni opera partecipante; ogni immagine dovrà essere rinominata con il rispettivo titolo dell’opera (formato jpeg o png o tif e risoluzione 300/600 dpi);- una descrizione per ogni opera partecipante (di un max di 5 righe) in formato pdf.
In caso di superamento del numero di Mb per l’invio dei dati attraverso mail standard, onde evitare l’invio di più mail, si richiede l’utilizzo di strumenti idonei atti ad accorpare i dati da trasferire in un’unica mail (es. we transfer free, giga mail, ecc).Le candidature presentate oltre i termini indicati e/o con documentazione mancante o incompleta non saranno prese in considerazione.Le iscrizioni saranno aperte fino al raggiungimento della capienza massima delle sale espositive.2) La Commissione comunicherà via mail agli artisti selezionati la conferma di partecipazione ed il luogo dove far pervenire le opere ammesse.3) La quota di partecipazione dovrà essere versata tramite bonifico entro il 30 Giugno 2021.

Su questo sito usiamo cookie di prima o terza parte per rendere sicura la navigazione, personalizzare contenuti e pubblicità e generare report sull’utilizzo. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.